Subscribe:

giovedì 7 luglio 2016

Gli zuccheri nella dieta, quali sono quelli da evitare assolutamente!

Gli zuccheri come noto hanno un forte impatto sul controllo calorico e per questo sono spesso nel mirino della maggior parte delle diete alimentari, tuttavia, ci sono molti zuccheri che vengono assunti in modo inconsapevole e sono in gran parte responsabili di obesità e sovrappeso, malgrado gli sforzi dietetici che effettuati da tante persone nei paesi industrializzati. L’assunzione di questi zuccheri è correlata a malattie effettivamente prevenibili come infarto e ictus.
In molti prodotti industriali, sono
presenti i cosiddetti zuccheri aggiunti, ovvero qualsiasi tipo di zucchero aggiunto ad un alimento oltre quelli già naturalmente presenti. Ad esempio, il latte al cioccolato contiene sia gli zuccheri naturali del latte (ovvero il lattosio) che gli zuccheri aggiunti derivanti dallo sciroppo al cioccolato, vale la stessa cosa per molti succhi di frutta, ecc.
Ovviamente, gli alimenti con un'elevata quantità di zuccheri aggiunti sono ricchi di calorie e carenti di nutrienti. Quindi cercare di ridurre il quantitativo di questi zuccheri aggiunti nella dieta può aiutare a perdere peso e a ridurre il rischio di cardiopatie e diabete.

Per ridurre l’assunzione degli zuccheri aggiunti possiamo:

  • Prediligere l’acqua non gasata alle bibite zuccherate e gassate, ridurre il consumo di caffè aromatizzati, tè e bevande a base di latte, succhi di frutta dolcificati. 
  • Evitare gli snack dolci e zuccherati e sostituirli con frutta fresca.
    Molti snack sembrano sani, come le barrette al muesli o gli yogurt aromatizzati, ma possono contenere grandi quantità di zuccheri complessi aggiunti e quindi sono solo apparentemente sani.
    La frutta rappresenta un’alternativa realmente salutare perché non solo è ricca zuccheri semplici naturalmente presenti, ma anche di vitamine, minerali e fibre salutari, quindi si tratta di un alimento a basso contenuto calorico e ricco di nutrienti e rappresenta un'opzione più salutare.
  • Non sempre è semplice capire se un cibo che stiamo per acquistare contiene quantità elevate di zuccheri aggiunti. In generale possiamo facilmente verificare la presenza di questi zuccheri controllando l’etichetta verificando se sono presenti: saccarosio, nettare di agave, succo di canna essiccato, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, sciroppo di mais, destrosio, miele, sciroppo d'acero, sciroppo di malto, melassa e turbinado.

Seguendo questi semplici consigli quotidianamente e facendone una vera abitudine alimentare, si seguirà automaticamente una dieta povera di zuccheri aggiunti, quelli che per così dire che “fanno male” e quindi senza particolari sforzi sarà possibile seguire una dieta più sana.

0 commenti :

Posta un commento