Subscribe:

lunedì 3 ottobre 2016

Accelerare il metabolismo mangiando, ecco come fare.

Ormai, tutti sanno che per dimagrire, bisogna ridurre il quantitativo giornaliero di calorie attraverso la riduzione dei quantitativi cibo e attraverso lo svolgimento di una regolare attività fisica che aiuta a favorirne lo smaltimento.



Stando così le cose, basta programmare una dieta tenendo conto della riduzione delle calorie apportate giornalmente e tutto dovrebbe andare come sperato, ma spesso succede che malgrado la correttezza dei calcoli e la perseveranza nell’osservare la dieta prescritta dopo venti giorni di dieta il risultato conseguito non è incoraggiante.
Molti potrebbero attribuire questo inconveniente alla scarsa attività fisica, ma non sempre è cosi, molte volte abbiamo detto, o sentito dire di persone che mangiano veramente molto senza ingrassare, ma allora quale è la differenza tra noi e queste persone?
La risposta è semplice e in molti già la conoscono, oppure ne hanno sentito parlare, si tratta del differente metabolismo, cioè l’insieme di operazioni che il nostro corpo compie per la trasformazione gli alimenti in energia e prodotti di scarto. Il nostro organismo utilizza gli alimenti immediatamente quando serve e accumula energia dagli alimenti attraverso la produzione di grasso quando questa energia non serve.
A questo punto appare evidente che per “bruciare” le calorie, queste non devono essere particolarmente abbondanti prima di una pausa fisica lunga come il riposo notturno, da qui la necessità di ridurre l’apporto calorico la sera.

Proprio per evitare l’accumulo di grasso come nell’esempio descritto prima, un buon sistema è quello di fare pasti frequenti e di piccola entità. Il modo migliore per dare un aiuto al metabolismo è quello di frazionare il quantitativo calorico in più pasti, l’ideale è fare cinque pasti al giorno.

0 commenti :

Posta un commento