Subscribe:

lunedì 7 novembre 2016

Mantenere la forma senza dieta… semplici abitudini che fanno la differenza.

La società moderna negli ultimi anni ci ha imposto attraverso il marketing una serie di credenze che sono spesso alla base dei nostri problemi di linea, in alcuni casi basterebbe qualche piccolo accorgimento per riuscire a mantenere una buona linea, o meglio una buona forma fisica e godersi la vita senza vivere in una sorta di dieta perenne.


In questo post, proviamo ad individuare qualcuno di questi comportamenti, in modo da provare a rendere questi comportamenti delle buone abitudini, che una volta “installate” come il software di un computer, lavorano da sole nel nostro interesse.
Ovviamente nelle fasi iniziali, alcuni di questi accorgimenti potrebbero richiedere un po’ d’impegno ma nel giro di pochi giorni possono diventare dei comportamenti automatici.


  1. Mangiare in orari regolari e costanti, prediligendo pasti semplici (evitando quindi i prodotti industriali molto lavorati) questo non significa mangiare necessariamente a mezzogiorno, ma cercare di trovare una costanza negli orari che riesca ad accordarsi con i propri impegni professionali.
  2. Masticare bene, questo è uno degli accorgimenti più importanti da seguire troppo spesso trascurato da tutti coloro che vivono in uno stato di dieta permanente. Il motivo è molto semplice, sta nel fatto che quando lo stomaco si riempie prima che riesca a trasmettere l’informazione al cervello che deve fermare l’assunzione di cibo passa un po’ di tempo. Quindi se si mangia con troppa voracità si finisce col mangiare oltre la reale capacità dello stomaco.
  3. Oltre la quantità è importante anche la frequenza dei pasti, come più volte ripetuto in altri post, la frequenza dei pasti aiuta il metabolismo, a questo va aggiunta anche la necessità di fare spuntini leggeri e come già detto semplici evitando cibi troppo lavorati.
  4. Per gli stessi motivi riportati al punto 3 è utile consumare i pasti in casa, gli eventi conviviali non possono mancare nella nostra vita, sono importantissimi, ma se si desidera mangiare veramente bene e salutare è meglio restare a casa.
  5. Gestire le emozioni è altrettanto importante, infatti molto spesso non si mangia per fame ma per noia, stress o altro, quindi ogni volta che portiamo alla bocca qualcosa da mangiare in un momento che non è quello abituale è buona regola chiedersi “perché lo sto facendo?”, “ho realmente fame?” ci sono altri post sul blog che spiegano come fare in modo più dettagliato.
  6. Muoversi, superare la pigrizia e scoprire tutto ciò che un corpo sano e in buona forma può aiutarci a fare, passeggiate, corse, ecc.
  7. Godersi la vita mangiando, qualche volta può capitare che qualcuno di questi suggerimenti possa essere disatteso e magari per motivi conviviali ci siamo concessi una fetta di dolce in più, ebbene, non è la fine del mondo, non roviniamoci la giornata con inutili e lesive frustrazioni, recupereremo facendo un po’ più di movimento oppure mangiando meno al prossimo pasto.


0 commenti :

Posta un commento